Sito internet: spesa inutile o investimento?

By | 22 Mar 2016

Qualunque sia il tuo campo, probabilmente hai un sito internet, o magari stai pensando di farlo.

Al 90% hai buttato via soldi, il tuo sito è inutile e non ti porta nessun vantaggio.

La colpa non è tua, ti sei affidato a professionisti proprio perché non è il tuo campo. Il problema è che le aziende stesse non hanno idea di quello che fanno.

Ti faccio una domanda: “perché hai fatto il sito?”. (O perché lo vuoi fare?)

Sicuramente chi ti ha venduto il sito non te lo ha chiesto!

È la cosa più importante ma nessuno te lo ha chiesto!

Ti hanno fatto un sito senza sapere il motivo per cui ti serviva.

La verità è che il “sito internet” viene venduto con frasi tipo:

  • Se non sei online non esisti!
  • Il sito ti porta un sacco di clienti!
  • Ti posizioneremo in prima pagina su google!
  • I tuoi concorrenti lo hanno già!
  • Ci sono milioni di persone al giorno online che fanno ricerche!

E altre frasi di questo genere… Quindi ti ripongo la domanda: “perché hai deciso di fare il sito?”.

Le risposte più comuni sono queste due:

  • Per avere un “biglietto da visita” online;
  • Per farmi trovare dai clienti.

Entrambe le risposte sono sbagliate.

Chiariamo innanzitutto un concetto:

Il sito internet è solo uno strumento, è un mezzo per raggiungere un risultato.

Ma se non sai qual è il risultato che vuoi ottenere diventa un mezzo inutile.

Qual è questo risultato? Qual è il vero motivo per cui hai deciso di avere un sito internet?

Li ho raccolti in tre macro categorie:

  1. Trovare clienti interessati a quello che offri;
  2. Farti trovare dai clienti che ti cercano;
  3. Ricordare ai tuoi clienti che esisti.

1. Trovare clienti interessati a quello che offri.

Questa è la motivazione principale per la quale si fa un sito internet, un motivo molto nobile.

“Trovare clienti interessati A QUELLO CHE OFFRI”, è molto diverso dal “Trovare clienti e basta”.

Spesso queste due cose vengono confuse, ma c’è una distinzione molto importante.

Più è dettagliato e selezionato il tuo pubblico, maggiore efficacia avrà il tuo sito; è inutile avere 100 visite da possibili clienti non interessati a quello che offri, è semplicemente meglio averne 1 interessato e che diventi cliente.

Qualunque business ha un bisogno costante di nuovi clienti, quindi se il sito serve a questo scopo tanto di capello.

Ma davvero il sito ti sta portando nuovi clienti?

Rispondi a queste due domande:

  • C’è molta gente online che cerca quello che offri?

Se nessuno cerca il tuo prodotto online, il tuo sito è completamente inutile, o meglio, dovrebbe essere affiancato da altre strategie.

  • Ci sono molti concorrenti che offrono la stessa cosa?

Se hai molti concorrenti sarà più difficile ottenere visite, rispetto ad un mercato senza concorrenti. Rischi di ottenere pochissime o nessuna visita.

Riassumiamo queste due domande in:

Quante visite fa il tuo sito?

O più semplicemente:

Quanti clienti ti porta ogni mese il tuo sito?

Se il sito è stato creato con l’idea di trovare nuovi clienti, serve a quello, quindi, quanti te ne porta?

La verità è che la maggior parte dei siti non è studiato per questo scopo e non porta nessun cliente!

Dividi la spesa che hai sostenuto per il sito con il numero di clienti che hai ottenuto nell’ultimo anno e avrai un’idea di quanto ti è costato ogni cliente.

Se hai speso 2000 euro per il sito e ti ha portato 10 clienti, significa che ogni cliente ti è costato 200 euro. 100 clienti? 20!

Ovviamente là cifra è relativa, se vendi prodotti che costano decine migliaia di euro, pagare un cliente 200 euro è probabilmente un ottimo risultato, se sei un ristorante probabilmente lo è molto di meno.

“Ma il sito non dura un anno, lo posso tenere anche per 10 anni!!”

È vero, ma con il passare del tempo il tuo sito diventerà obsoleto, vecchio, ha un costo di mantenimento ogni anno, deve esser aggiornato costantemente e spesso sono più le risorse che porta via rispetto a quelle che produce.

Detto questo, puoi farti un’idea se il tuo sito svolge correttamente questo lavoro.

Devi inoltre sapere che un grande vantaggio di qualunque operazione online è quello di poter tracciare qualsiasi cosa, quindi dovresti essere in grado di sapere quante visite ha fatto il tuo sito, quali pagine sono state le più viste, da dove provengono i visitatori, quanti contatti hai ricevuto e via dicendo.

Passiamo alla seconda motivazione

2. Farti trovare dai clienti che ti cercano

Questo è un buon punto. E se i clienti che ti cercano trovano il tuo sito, e all’interno del sito trovano quello che stanno cercando, spezzo una lancia a tuo favore.

Il problema è che spesso, i risultati delle ricerche mostrano nelle prime posizioni:

  • Pagina Facebook
  • Scheda di Google (Google places)
  • Pagina tripadvisor (se sei nel campo turistico/ricettivo)

Questi strumenti sono gratuiti e spesso hanno più visibilità del sito principale stesso, quindi perché spendere migliaia di euro per uno scopo già raggiunto?

Considerando che la pagina Facebook è solitamente molto più aggiornata del sito internet, che spesso è vecchio di anni, lo rende a volte completamente inutile.

Inoltre Facebook dà la possibilità di interagire in maniera molto più veloce ed informale, rendendolo a volte la migliore soluzione possibile.

3. Farti ricordare dai tuoi clienti

Questo è un elemento fondamentale per qualunque business, anche se trascurato dai più;  ma tu utilizzi il sito per questo scopo?

Mantenere i contatti caldi, farsi ricordare, mandargli informazioni utili, offrirgli promozioni e via dicendo, sono tutte azioni importantissime, quindi se le fai tramite il sito devo farti i complimenti, perché in Italia non lo fa quasi nessuno!

Se invece non lo fai, o se hai fatto il sito solo con questo scopo, ti chiedo di nuovo: “Perché non utilizzi semplicemente Facebook?”

Potresti benissimo utilizzare il social più famoso del mondo senza spendere un singolo euro; avresti molta interazione con i tuoi clienti, diventeresti visibile ai loro amici e non ti servirebbe nessun webmaster o agenzia per poter svolgere questo compito.

Ma allora il sito internet è inutile?

La maggior parte delle funzioni può essere sostituita da altri strumenti (per alcune tipologie di aziende), ma un sito internet, strutturato in un certo modo è ancora molto importante.

Ma quindi a cosa serve il sito internet?

Come già scritto, deve fare tutte le cose sopra riportate.

Deve catturare nuovi clienti, mantenere i contatti con quelli vecchi, farsi ricordare da entrambi, ma è solo UNO dei tanti strumenti disponibili ormai in rete.

Ora chiediti, il tuo sito sta facendo queste cose?

  • Cattura nuovi clienti?
  • Comunica attivamente con loro?
  • Si fa ricordare di te?

Se il tuo sito fa queste cose, complimenti davvero, sei uno dei pochi che ha un sito che lavora!

  • […] /inutilità dei siti internet, che ti consiglio di leggere, puoi trovarlo qui: “Sito internet: spesa inutile o investimento?“. Te lo riassumo […]

  • […] web sul tuo sito internet, dandoti visibilità. Ma come ho già scritto in questo articolo (link), il sito deve essere uno strumento per generare clienti e deve quindi essere fatto in un certo […]