Perché non dovresti avere il karaoke nel tuo locale

By | 13 Giu 2015

Perché non devi avere il karaoke nel tuo locale

Hai deciso di organizzare un evento per portare nuovi clienti nel tuo locale?

Probabilmente stai commettendo un errore… vediamo perché.

Molti locali non sapendo come attirare clienti decidono di organizzare serata con qualche artista, piano bar, karaoke, spettacoli di magia, comici e chi più ne ha più ne metta.

Purtroppo quasi sempre queste serate risultano essere una spesa, non hanno un ritorno positivo a breve e non sono un buon investimento nel lungo periodo.

Cerchiamo di capire perché viene commesso questo errore, come viene percepita la necessità di avere un’artista da parte del locale, ed infine di quali fattori dovrebbero essere tenuti in considerazione perché questa iniziativa abbia un riscontro positivo.

Il primo ed unico errore commesso dall’imprenditore consiste nel domandarsi se l’artista gli porterà abbastanza gente per poterselo ripagare.

Frase tipica:

“Il karaoke mi costa 100 euro, se grazie a lui si siedono due/tre tavoli a cena dovrei riuscire a ripagarlo. Inoltre il cantante mi ha detto che viene qualche suo amico… Proviamo!”

Purtroppo è la domanda stessa ad essere sbagliata, non è l’evento in sé che ti porterà clienti (salvo un eccezione che vedremo in seguito), ma è l’imprenditore stesso che deve portare clienti grazie all’evento.

Le possibilità sono due:

  1. Il locale è in una zona di passaggio, di conseguenza l’attenzione della gente potrebbe essere attirata dall’artista, trasformando i passanti in potenziali clienti (questa è l’eccezione menzionata poco fa).
  2. L’artista delizierà i clienti che sono già nel locale, per puro caso, quella stessa sera, portando di fatto nessun incremento significativo negli incassi della serata.

Se non fai parte del primo caso, ti consiglio di proseguire la lettura prima di buttare soldi “a caso” in eventi.

L’obiettivo principale deve essere quello di portare i TUOI clienti (già tuoi clienti) nel tuo locale grazie al karaoke (o evento che sia).

Se un artista fosse in grado di riempirti il locale solamente con la sua presenza, probabilmente non potresti permettertelo.

Una serata di magia

Serata di magia

Un amico che ha un ristorante ti chiama per consigliarti di andare a cena nel suo locale giovedì sera (è la serata che lavora meno), perché ci sarà uno spettacolo di un bravissimo mago.

Incuriosito accetti l’offerta e prenoti un tavolo, per te ed altri cinque amici.

Questo amico ristoratore ha chiamato tutti i suoi clienti abituali per questo evento, come ha fatto con te, e giovedì sera per lo spettacolo del mago il locale è al completo. Circa 60 coperti, per una spesa media di 20 euro a persona, 1200 euro di incasso in una serata in cui solitamente si facevano a fatica 20 coperti.

Questo è un modo corretto (spiegato in maniera molto semplicistica) di organizzare eventi nel tuo locale.

Ovviamente, devi avere una lista clienti, cosa che tristemente manca al 90% degli imprenditori.

Senza avere una lista clienti ti sarà impossibile organizzare un evento con ritorno positivo.

Una serata all’insegna della musica

Una serata di musica

Hai un secondo amico ristoratore, ti chiama per farti un saluto e ti racconta, molto arrabbiato, quello che gli è successo la settimana precedente.

“Ho fatto una serata con il piano bar, bellissimo, ma non serve a niente. E’ inutile fare queste serate perché non portano a nulla, sono solo soldi buttati via! Non è venuto nessun cliente in più del normale!”

Continua fornendoti più dettagli, che pensava che grazie al piano bar avrebbe avuto molti più clienti, ma non è stato così, è stata solo una spesa. L’unica consolazione sono stati i commenti dei clienti che sono stati molto soddisfatti della sorpresa.

Resti perplesso, non ne sapevi nulla, altrimenti saresti potuto andare, magari per fare una sorpresa alla tua fidanzata/moglie o semplicemente per passare una serata diversa.

Piccola nota: è un esempio reale che mi è successo.

Trova le differenze

Avrai capito perché il primo esempio è stato un successo mentre il secondo è stato un fallimento…

Quando i ristoratori decidono di organizzare eventi, ragionano quasi sempre come la persona del secondo esempio, creando una credenza comune che gli eventi non funzionano.

Ed hanno ragione, strutturati in questo modo non funzionano!

La verità, come ripeto spesso, è che in Italia sono pochi gli imprenditori che hanno ben chiare le logiche e le basi del business!

Uno degli elementi fondamentale di qualsiasi business, ma che pochissime aziende utilizzano è la lista clienti.

Hai l’elenco con i dati dei tuoi clienti? Se organizzi un evento contattali tutti e l’evento sarà un successo, non c’è alcun dubbio!

Non hai l’elenco dei tuoi clienti? E’ uno degli errori più comuni commessi dalle aziende. Inizia a catturare i contatti delle persone con le quali vieni a contatto ed inizia a creare la tua lista.

La lista clienti è uno dei fattori che può impattare in modo veramente significativo sul tuo business: può aumentare la frequenza di vendita, ti permette di fare vendite extra, ti da la possibilità creare offerte mirate per i tuoi clienti, che hanno un ritorno incredibile e molti altri vantaggi.

La prossima volta che decidi di organizzare un evento, contatta tutti i tuoi clienti ed invitali per la serata particolare! La serata sarà sicuramente un successo! Ovviamente, devi avere la lista clienti, se ti manca, inizia a crearla 🙂

E ricorda:

Non è l’evento che porta i clienti, sei tu che devi “prendere” i clienti con la scusa dell’evento!

Quindi la domanda corretta che devi porti è la seguente:

Sono in grado di rendere la serata profittevole utilizzando l’evento come leva/scusa per portare abbastanza clienti?