Il comandamento del tempo

By | 30 Giugno 2017

Tutti abbiamo un limite! I giorni sono formati da 24 ore, e anche se tu le lavorassi tutte, senza dormire né mangiare, non potresti fare di più.

Se sei un massaggiatore e fai massaggi per 100 euro l’ora, puoi lavorare 7 giorni su 7 e per 15 ore al giorno, o anche per 24, ma avrai sempre un limite.

Questo è il concetto su cui si basa “Il comandamento del tempo” di Mj DeMarco nel suo libro Autostrada per la ricchezza. (questo libro è nella mia top 3)

Un avvocato che guadagna 30,000 euro al mese, può sembrare una persona ricca, ma secondo MJ è solo una persona con un buon stipendio. Nel momento in cui smette di lavorare anche il suo reddito si ferma. Allo stesso modo per guadagnare di più deve lavorare di più, essendo di fatto uno schiavo del suo lavoro!

Il comandamento del tempo afferma che:

“un qualsiasi business che si basa sul tempo non è un’azienda, ma un lavoro.”

Tu che tipo di business hai? Puoi slegare il tuo tempo dal tuo fatturato?

Se il tuo business produce reddito indipendentemente dal TUO tempo allora hai soddisfatto questo comandamento e non hai questo freno. Significa che puoi servire un cliente, cento o mille con la stessa facilità, senza alcun limite di guadagno e puoi far esplodere il tuo business!

Il “comandamento del tempo” è uno dei cinque principi trattati nel libro Autostrada per la ricchezza. (ne ho fatto una veloce recensione qui, anche se sinceramente sarebbe da riscrivere perché ho fatto un pessimo lavoro).

I cinque “comandamenti” trattati sono:

Se non lo hai ancora letto ti consiglio di farlo il più velocemente possibile perché ti aprirà la mente e ti permetterà di vedere il business sotto nuovi incredibili punti di vista.

Ma cosa succede se invece non puoi slegare il tuo tempo dal tuo guadagno?

Questo è davvero un grosso limite al tuo sviluppo.

Per prima cosa devi cercare di automatizzare tutte quelle parti che ti si ripresentano ogni giorno sempre uguali, in modo da recuperare tempo.

Ti faccio un esempio abbastanza stupido…

Circa 15 anni fa, facevo il barista in discoteca, alla Baia Imperiale, forse la conosci di nome.

Nella discoteca c’erano tre bar, due da “battaglia”, che dovevano macinare consumazioni a più non posso (dove ero io), e uno dedicato ai cocktails più complessi, shakerati, caipirinhe e simili.

Tutte le sere decine di persone si facevano mezz’ora di fila per una caipirinha, per poi sentirsi dire che dovevano andare all’altro bar. Non ti dico le incazzature che gli venivano. Clienti arrabbiati e per noi baristi una gran perdita di tempo.

È stato sufficiente appendere un cartello con scritto “Cocktails shakerati e caipirinhas vengono serviti solamente al bar di sopra” per ridurre le richieste, a occhio e croce, del 90%.

E’ un esempio davvero banale, ma è solo per farti capire come a volte, una semplice azione, può risolvere alcuni problemi ricorrenti.

Un secondo esempio più concreto e più recente…

Ho una pagina Facebook sui gatti, dove gli utenti possono, seguendo una determinata procedura, pubblicare il proprio gatto.

Questa procedura è spiegata in modo molto chiaro nel messaggio in evidenza della pagina, ma ricevevo circa 30 messaggi al giorno dove mi chiedevano come fare (la gente non ama leggere).

Ogni giorno dovevo dedicare quasi un’ora a rispondere a tutti questi messaggi, una perdita di tempo infinita.

Ho poi integrato un “bot”, una sequenza di messaggi automatici.

Quando un utente apre la pagina dei messaggi gli viene chiesto in maniera automatica se vuole pubblicare un gatto, con due bottoni, “si” e “no”.

Cliccando “si” ti viene mostrato un messaggio con le istruzioni.. tutto qui. Cliccando “no” li informo che gli scriverò al più presto, e nel frattempo di dirmi di cosa hanno bisogno.

Adesso il 95% dei messaggi si concludono in questo modo senza alcun intervento da parte via e in meno di 5 minuti ho fatto tutto.

Aggiungendo una semplice automazione ho praticamente risparmiato un’ora al giorno.

Sono sicuro che anche nel tuo business ci sono attività che ti fanno perdere un sacco di tempo, sempre uguali, sempre allo stesso modo!

Allo stesso modo sono sicuro che anche nel tuo business esistono processi automatizzabili.. trova il modo e automatizzali..

Scrivi su un foglio di carta quali sono quelle azioni che si ripetono ogni giorno, prepara la tua lista.

Una volta fatta, indica con un valore da 1 a 10 quanto quella determinata azione è importante in termini di fatturato.

Ora dovresti essere in grado di capire quali sono le azioni che ti rubano tempo ma non influenzano il fatturato. Devi trovare un modo di automatizzarle e delegarle.

Potrei scrivere per ore su questo, ma non è lo scopo di queste pillole, anzi, mi sono dilungato anche troppo… quindi, è tutto nelle tue mani.

Torniamo poi al tuo “vero lavoro”, non le azioni che ti fanno perdere tempo, ma quelle che ti portano a casa la pagnotta..

Come applicare il comandamento del tempo qui?

Qui è molto più complicato… Se ad esempio sei un ristoratore, hai un limite di coperti che puoi fare in una sera.. però non hai limite al numero di locali che puoi aprire.

Se sei un massaggiatore il problema è ancora più marcato, perché probabilmente i tuoi clienti vogliono essere trattati proprio da te. MJ DeMarco nel libro propone soluzioni anche per queste tipologie di business, molto più difficili da attuare (è un parere personale), ma comunque non impossibili.

Mi sono dilungato anche troppo…. vorrei tenere queste pillole più brevi 🙂

Magari ne riparleremo in qualche pillola futura!

Come sempre ti invito a dare un’occhiata ai commenti del libro qui: “Il Giardno dei Libri” oppure alla mia recensione qui: Autostrada per la ricchezza.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Vuoi conoscere i concetti di decine di libri al mese leggendo solo 3 minuti al giorno?

Ogni giorno riceverai gratuitamente una breve pillola, da 2/3 minuti di lettura, con i consigli appresi sul campo e applicati con successo dai più grandi esperti di business a livello mondiale!

"Il cambiamento della realtà comincia dalla tua mente"

  • […] Quando i due vengono scoperti decidono di lavorare per 10 centesimi all'ora per il padre di Mike. Qui si rendono conto che la paga è bassa e apprendono che lavorando per denaro si è legati al tempo, la libertà si ha invece quando i guadagni sono slegati dal tempo (vedi comandamento del tempo). […]