[GUEST POST] – The Miracle Morning

By | 8 Ago 2017

Mi chiamo Roberto Gozzani, ho 47 anni e adoro l’argomento della crescita personale. Per chi non conoscesse il Miracle Morning questo articolo sara’ una sorpresa.

Che cos’è il Miracle Morning?

Si tratta di un fenomeno derivato da un libro (appunto The Miracle Morning di Hal Elrod), un po’ come accaduto con The Secret, ma molto più pratico e di effetto immediato.

Grossolanamente si tratta di una routine quotidiana da compiersi ogni mattina presto e sopratutto di semplicissime tecniche per alzarsi molto presto la mattina o comunque dormire dalle 4 alle 6 ore pur rimanendo svegli ed efficienti (anche più del normale) per il resto della giornata.

Alla fine si tratta di leggere, meglio se ad alta voce, alcune frasi la sera prima di dormire.

Il Miracle Morning funziona?

Io vado a letto alle 22:45 circa per iniziare a dormire alle 23. Mi sveglio alle 5 già carico, poi faccio la routine e mi ritrovo al 100% nel giro di 40 minuti.

Queste frasi sono cose tipo “Stasera andrò a letto alle 23 e mi alzerò alle 5, per un totale di 6 ore. Sono PARECCHIE! In effetti sono esattamente le ore che mi servono per riuscire a dare il massimo domani.”.

Il solo fatto di ripetersi ogni sera che sono parecchie, vi assicuro che funziona!

Dopo qualche giorno (una settimana nel mio caso) ci si convince che siano veramente parecchie perché viene rimossa una nostra convinzione che ce ne vogliano 8.

Purtroppo queste 2 ore al giorno non sono tutte utilizzabili a livello produttivo, perché se vengono usate a questo scopo, dopo poco si accusa il sonno e da 6 ore si passa a 7 e… ciao.

L’autore dunque suggerisce di utilizzare i S.A.V.E.R.S.

Il metodo SAVERS

S = Silenzio

Dedicare almeno 10 minuti al silenzio, meditazione o pensiero di qui e ora, o vuotare la mente… personalmente faccio 4 minuti affacciato alla finestra cercando di ascoltare i minimi rumori, cinguettii, scricchiolii, la città che pian piano si sveglia, cercando di non pensare al lavoro in nessun modo. Poi faccio 6 minuti dell’unica meditazione guidata che mi dà effetti positivi: mi metto seduto senza ciabatte e immagino che delle radici mi escano dalla pianta dei piedi e penetrino nel terreno iniziando uno scambio di brutti pensieri che vengono assorbiti dal terreno immaginario e la famosa “energia positiva” che entra dalle radici e mi entra in circolo. Questa prima parte che eseguo in 30 secondi o meno non è nella meditazione ma l’ho provata con altre persone ed il solo replicare la cosa mi da piacere. Poi mi fa immaginare di essere sul bordo di un laghetto con una cascata e mi fa immergere nell’acqua pulita e fresca. Poi mi fa andare sotto la vigorosa cascata e poi diventare la cascata stessa. Tutto qua.

A = Affermazioni

Qui è molto importante aver creato un foglio con i propri obiettivi e desideri perché è questo il momento di leggerli. Io ho modificato quello che Hal ha usato per il suo Miracle Morning, anche questo scaricabile. Poi ci sono anche qua delle frasi di rito (anche queste stampate in un foglio prelevabile dal loro sito e poi va firmato di proprio pugno!) tipo “...Pertanto da questo momento in poi mi impegno a diventare la persona che devo essere…”. Bastano 5/10 minuti.

V = Visualizzazione

Mi sono fatto una cartella che contiene foto a cui aspiro. Ad esempio, dato che uno dei miei obiettivi di vita e’ andare a vivere nell’isola di Tenerife, ho una serie di foto degli scenari che voglio rivivere da quotidianità, quindi non ho messo i classici divertimenti da turista, ma viste da panchine di parchi, passeggiate nei boschi… Poi ho messo anche foto motivazionali, tipo la classica immagine di una sagoma umana a braccia aperte che dall’alto di una vetta esulta verso il mare in lontananza. Insomma bisogna immaginarsi il miglior futuro possibile con o senza foto. Di questo faccio 5/10 minuti

E = Esercizio

Lo scopo e’ di aumentare l’attività cardiaca, ma meglio se ci si aggiunge qualcos’altro. Personalmente faccio quello che viene definito come Seven Minutes Workout. E’ fatto molto bene, inizia piano piano cosi’ trovo la voglia di farlo, poi aumenta. E’ completo, ne sento gli effetti positivi per tutto il giorno. Usavo un’app dedicata, ma ora ho fatto una variante. Uso un’app che si chiama Chrono List, e’ una sequenza di cronometri con “suoneria vocale” così ho assegnato ad ogni punto o esercizio il suo tempo, ma per certi esercizi metto in pausa per arrivare fino a far male. Ad esempio mi sono posto l’obiettivo di arrivare a 100 flessioni, quindi quando faccio le flessioni non posso avere un timer che sta per scadere proprio quando il muscolo inizia a tirare davvero. Poi rifaccio play e prosegue la routine. Impiego dunque 10/15 minuti anche se tutti gli esperti consigliano “non meno di 20 minuti”.

R = Ricerca (ma sarebbe Reading in inglese, cioè “lettura”)

Questo e’ un tempo da dedicare alla lettura o all’informazione, insomma a imparare qualcosa. Dato che io questo tempo lo dedico la sera, uso questi 10 minuti per sistemare le email e vedere le cose importanti/urgenti da fare durante il giorno.

S = Scrittura

Qua l’autore consiglia di scrivere un diario o pianificare la giornata. Sono sempre stato ostico ai diari personali (come alla meditazione), ma anche qui ho trovato finalmente un diario che mi è congeniale. Si chiama Journal, è un’app che uso sul tablet. Rispetto ad un diario cartaceo ha veramente tanti vantaggi, dalle foto, al punto geografico del luogo in cui si è, alle condizioni meteo. Poi suggerisce citazioni motivanti o sagge e ripropone vecchi ricordi che permettono di vedere la propria crescita e questo incentiva a continuare. Tramite un’altra app, Clipper, posso scegliere dei testi che ho preimpostato e incollarli nel diario. Ultimamente quindi lo precompilo con questo:

Oggi sono grato di: (un po’ ostico, ma è ormai accertato che ringraziare qualunque entità migliori la giornata, e facciamolo!)

Ho progredito in: (a volte viene in aiuto il vecchio inserimento nel diario di un anno fa che propone Journal, altre volte un’esperienza del giorno prima, ma il solo pensare in cosa si è migliorati spinge a continuare)

Ho imparato: (si può progredire in un progetto senza imparare nulla di nuovo e si possono imparare nuove parole di una lingua o una lezione di vita, un’esperienza sociale. Ieri ho imparato a riconoscere 2 tipi di birra, ma non lo ritengo un progresso in qualche campo)

Relazioni sociali: (nuovi amici, litigi, una passeggiata romantica… qualsiasi cosa che ci abbia distinto dall’essere un albero o una fredda macchina da produzione)

Oggi mi impegno a: (ripetere qui 2 o 3 impegni della giornata. Personalmente faccio un copia e incolla dell’elenco “Urgente-Importante: OGGI!” del foglietto virtuale di Google Keep compilato prima, durante il R=Ricerca.

Questa e’ una routine che ti può veramente migliorare la vita.

A disposizione per chiarimenti e curiosità.

Risorse.

Libro The Miracle Morning: Il giardino dei LibriAmazon

Video con descrizione in italiano di un’utente: YouTube

Gruppo Facebook italiano: https://www.facebook.com/groups/TheMiracleMorningItaliaOfficial/

Note sull'autore

Mi chiamo Roberto Gozzani, ho 47 anni e adoro l'argomento della crescita personale.

Il mio contatto Facebook:  https://www.facebook.com/roberto.gozzani

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Vuoi conoscere i concetti di decine di libri al mese leggendo solo 3 minuti al giorno?

Ogni giorno riceverai gratuitamente una breve pillola, da 2/3 minuti di lettura, con i consigli appresi sul campo e applicati con successo dai più grandi esperti di business a livello mondiale!

"Il cambiamento della realtà comincia dalla tua mente"