Linee guida per diventare “famoso”.

By | 20 Agosto 2018

Ciao Marco,
oggi concludo l’argomento che ho iniziato ieri: come diventare “famoso”.

Ieri ti ho spiegato alcuni punti chiave che devi tenere a mente, ora veniamo alla parte pratica, rispondendo alla domanda di Tony.

Il primo passo da compiere è quello di identificare la tua nicchia.

Come ti ho già scritto ieri non devi rivolgerti a tutti: più sarà ristretto il pubblico e più la tua comunicazione sarà efficace.

Una volta identificata la tua nicchia devi creare un messaggio che li “colpisca”.

A nessuno interessa quanto sia bello e buono il tuo prodotto, ma interessa il risultato che ne ricava.

Quali sono questi benefici?

Se io ti dicessi: “Sono il migliore al mondo a creare strategia di business per la tua azienda” (o “leader di settore”, parola stra abusata), non mi prenderesti nemmeno in considerazione.

Se il mio messaggio fosse diverso, qualcosa del tipo: “Troverò cinquanta nuovi clienti per la tua azienda in una settimana, in caso contrario non mi paghi”, sicuramente attirerebbe di più l’attenzione.

Una delle frasi più citate di Kotler è: “La gente non vuole un trapano, vuole un buco nel muro”, ed è esattamente quello che devi fare con la tua comunicazione.

Non è importante che io sia il migliore, a te interessa il risultato; nel mio esempio avere più clienti.

Devi quindi sfruttare il tuo elemento differenziante.

Proponi soluzioni e spiega perché con il tuo prodotto/servizio sarà più facile fare il “buco nel muro”.

Devi produrre tanto, anzi tantissimo, contenuto. Materiale informativo, spiegazioni e motivi per cui il cliente ti dovrebbe scegliere.

Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, tu ci dovrai sempre essere.

Devi essere un martello, sempre presente, fino a che non riuscirai a convincere il tuo potenziale cliente che sei quello che fa al caso suo.

Il canale più adatto oggi è sicuramente Facebook, ha un costo molto basso rispetto ad altri canali, permette una selezione molto accurata del pubblico a cui mostrare il tuo annuncio, e praticamente chiunque è iscritto.

Esistono altri canali interessanti, primi tra tutti il tuo sito o blog, i podcast, i video su YouTube, le email.

Se il tuo materiale è visto dal giusto pubblico, in modo costante, con il tempo inizierai a creare quella relazione e fiducia con il cliente, che ti metterà una spanna avanti rispetto ai tuoi concorrenti.

L’importante è comunicare efficacemente, e ripeto per l’ennesima volta, deve sottolineare sempre il tuo elemento differenziante… e mai le qualità in senso assoluto, ma i vantaggi per cliente.

Non dire: “Il mio trapano ha un motore più potente” ma “Farai buchi più precisi e senza fatica (grazie al motore più potente)”

Forse non sai cosa scrivere, inizia rispondendo a queste domande:

  • Cosa hai di diverso rispetto ai tuoi concorrenti?

  • Perché un cliente dovrebbe scegliere te invece del concorrente?

  • Chi dice che il tuo prodotto sia veramente il migliore?


L’elenco potrebbe proseguire all’infinito… e per ogni domandapuoi produrre un video, un articolo, un post su Facebook.

Metti in mostra i tuoi punti di forza, crea fiducia, dimostra di “sapere il fatto tuo”, e il prezzo non sarà più un problema! (Se poi lo è ancora sfrutta la tecnica del prezzo a pacchetti :D)

Per oggi è tutto, ti lascio con un paio di domande.

Stai creando del contenuto per far capire ai potenziali clienti che sei il migliore? E in che linguaggio? Uno che spiega i possibili vantaggi, o un semplice elenco di caratteristiche?

A domani

P.s. mentre scrivevo questo articolo ho pensato: “ma in che casino mi sono messo a scrivere su questo argomento” :).

È così vasto e soggettivo che servirebbe un libro, e non a caso c’è. (consiglio #1consiglio #2)

Riassumendo tutto in una pillola è difficile essere esaustivi, ho cercato di restare sul generico per darti una panoramica d’insieme. Spero sia stata sufficiente.

In caso contrario dimmelo e cercherò di approfondire entrando più nello specifico!