Archivi autore: Massimo Martinini

L’amplificatore di quello che fai

Ieri ti ho parlato di quanto sia rischioso avviare un business senza una strategia per portare clienti nella tua attività e di come questo sia più importante rispetto alla qualità di quello che offriamo.

Questa frase spesso viene fraintesa.

La giusta ricetta per fallire

Ieri sera ero a cena a casa di amici e in sottofondo c’era la TV accesa che trasmetteva Masterchef.

In un momento di silenzio ho percepito il racconto di una ragazza, circa 35 anni, senza lavoro, ed essendo appassionata di cucina voleva aprire il suo ristorante.

Hai pochi risultati?

Quello che diventi è molto più
importante
di quello che ottieni .

Quello che ottieni
è direttamente connesso
alla persona che diventi.”

Fai questo piccolo sforzo

Oggi torno a parlarti di Jim Rohn, è da un po’ che non lo faccio 🙂

Prendo spunto dal suo libro “La via del successo“

È un “libricino” davvero piccolo, composto da 140 frasi, o come le definisce Jim, da “140 riflessioni“.

Hai il “ciclo” aperto?

Scommetto che oggi hai un bel po’ cose da fare.

Ti scrivo una lista a caso e vedrai che magicamente neindovinerò qualcuna!
Devi finire di leggere un libro.
Devi rispondere ad alcune mail.
Devi andare in posta a spedire qualcosa.

Chiami solo quando hai bisogno?

Oggi voglio parlarti delle relazioni, della loro importanza nella vita privata così nel business.

Pensa alle relazioni come a delle piantine. Più ti prendi cura di loro e le nutri, più queste crescono e diventano rigogliose.

Fai le cose IMPORTANTI?

Come occupi le tue giornate?

Fai le cose DAVVERO importanti, o ti concentri su attività non essenziali per raggiungere il tuo obiettivo?

Stai diventando famoso? (tu o la tua azienda)

Ogni anno a luglio viene giocato l’evento principale delle World Series of Poker, i campionati mondiali di poker.

È “IL TORNEO“, un torneo che attira amatori e professionisti da tutto il mondo, dal costo di iscrizione di 10.200$, seguito da reti televisive, giornali e blog di tutto il mondo.

Pensi anche per loro?

Ieri ti ho parlato dell’importanza di pensare con la tua testa e di non seguire nessuno senza porti domande, senza sapere il perché.

Ma cosa mi dici di te?

Come tratti le altre persone?

5 sensi + 2

Non era proprio un appuntamento a freddo, ma era molto simile. Un amico mi aveva detto di chiamarli e mi aveva dato il nome della persona che potevo incontrare, che lui, tra l’altro, non conosceva nemmeno. Ma un suo fornitore gli aveva detto che era una brava persona.